Le migliori grappe e distillati piemontesi

Oltre ai vini rossi e bianchi, il Piemonte è particolarmente conosciuto anche per grappe e distillati. Dalle grandi uve della regione, infatti, non potevano che nascere ottimi prodotti dalle note piacevolissime al palato. Tra di essi spiccano la Grappa Dolcetto e la Grappa Barolo, distillati in vendita online sul sito di Veglio Michelino e figlio.

Una tra le migliori grappe piemontesi: la Grappa Dolcetto

Scopriamone dunque di più su una delle migliori grappe piemontesi, la grappa Dolcetto. Per la sua produzione si usano le vinacce delle uve Dolcetto e l’alcol viene estratto dalle vinacce usando il vapore. Tale vapore, che è pieno di aromi, è dunque inviato ai tubi di distillazione. Infine la grappa è immagazzinata in serbatoi in acciaio. Il risultato di questa, che è tra le più buone grappe piemontesi, è una gradazione alcolica di 42% vol. Il profumo è intenso, di grande finezza, ed ha una fragranza tipica della vinaccia fresca. Ha un gusto rotondo, molto morbido e di grande eleganza e armonia con un retrogusto leggermente amabile. È perfetta assieme alla pasticceria secca.

La regina delle grappe piemontesi: la Grappa Barolo

Un’altra regina delle grappe piemontesi è la grappa Barolo. Viene prodotta con vinacce di uve di un pregiato vino delle Langhe, il Nebbiolo. Anche in questo caso l’alcol è estratto dalle vinacce usando il vapore che a sua volta, pieno di aromi, è inviato ai tubi di distillazione. Da lì la grappa viene immagazzinata all’interno di serbatoi inox ed in seguito viene sottoposta all’invecchiamento in botti di rovere per almeno un anno. È proprio da queste botti che questa che è di diritto tra le migliori grappe piemontesi prende il colore giallastro. La gradazione alcolica è di 42% vol.

Alla scoperta di altre grappe e distillati della regione

Il nostro excursus nelle migliori grappe piemontesi non è però finito qui. Come dimenticare la grappa di Arneis con le sue note delicate e persistenti dovute alla distillazione in alambicchi di rame e all’affinamento in vasche d’acciaio inossidabile. Ha una gradazione che oscilla sul 40% in volume ed una consistenza cristallina e limpida. Il retrogusto è di mandorla amara ed il sapore è ricco e fresco, con sfumature erbacee accese. È perfetta per un abbinamento con cioccolati al latte e frutta secca. Infine non possiamo non citare tra le grappe piemontesi la grappa di Nebbiolo, ottenuta dalla distillazione in alambicchi delle vinacce di Nebbiolo. L’affinamento di questa grappa avviene in vasche d’acciaio inossidabile e in piccoli fusti di rovere che ne preservano il sapore e il profumo. Il tenore alcolico è di circa 40% in volume ed il suggestivo colore ambrato richiama alla memoria la sfumatura aranciata degli acini impiegati per la produzione dei vini a base nebbiolo. Il distillato ha un carattere facilmente riconoscibile per via del suo sapore ad alta intensità con un retrogusto persistente. Il profumo è fruttato, con leggere note floreali e si abbina perfettamente con cioccolato al latte e frutta secca.