I migliori vini piemontesi bianchi

Il Piemonte è una delle regioni più apprezzate per la qualità dei suoi vini piemontesi bianchi. Il merito è della terra, ricca e fertile, e dell’abilità dei viticoltori che si dedicano a questa preziosa e delicata arte con passione e professionalità. Oggi andiamo dunque a scoprire un elenco dei vini bianchi piemontesi noti a livello nazionale ed internazionale.

Il re dei vini bianchi piemontesi pregiati: il Roero Arneis

La dissertazione sui migliori vini bianchi piemontesi non può che aprirsi con uno dei più conosciuti: il Roero Arneis Docg. È un vino bianco realizzato in 19 comuni della provincia di Cuneo e ha una gradazione alcolica generalmente importante, tra il 12.5 e il 14% vol. Nonostante questo, possiede una grande freschezza, è piacevolmente bevibile ed avvolgente. Al palato si possono sentire note di mandorla amara, ma anche dei richiami esotici. All’olfatto spiccano i sentori di tiglio, salvia, ginestra e foglia di pomodoro con un bouquet di profumi interessanti di fiori, frutta di campo ed erba. Il colore di quello che è di diritto tra i più buoni vini piemontesi bianchi è giallo paglierino, ma può virare su tonalità verdoline scure o gialle dorate a seconda del tipo di vinificazione. Si abbina con piatti di pesce semplici non troppo saporiti, con minestre a base di verdure o cereali e con paste dal ripieno delicato.

I vini piemontesi bianchi doc: il Langhe Sauvignon

Per quel che concerne invece i vini bianchi piemontesi doc, ecco il Langhe Sauvignon con il suo colore giallo paglierino con riflessi verdognoli. Ha un sapore intenso, netto, aromatico e caratteristico con profumi che richiamano a note di pesca, pompelmo e frutto della passione. Il suo sapore è secco e delicato, con un persistente retrogusto aromatico. Si adatta perfettamente con tutto, ma è particolarmente indicato con i piatti a base di pesce. Un altro tra i vini piemontesi bianchi doc è il Langhe doc Chardonnay. Ha un gusto secco, delicato ed elegante, ma allo stesso tempo è morbido e armonico con il suo colore giallo paglierino. All’olfatto appare intenso, con profumo di fiori e frutti ed è anch’esso ottimo con piatti a base di pesce, come zuppe ed antipasti. Non possiamo infine non citare tra i vini piemontesi bianchi a denominazione d’origine controllata il Langhe Chardonnay vivace. Ha un colore giallo paglierino ed all’olfatto è intenso, con aroma di frutti e fiori. Il gusto è secco, delicato, elegante ed allo stesso tempo leggermente frizzante.

Il Re della Notte: uno dei vini bianchi piemontesi extra dray

Tra i vini piemontesi bianchi extra dry spicca il Re della Notte, che è prodotto con metodo Martinotti. Viene realizzato con uve coltivate sul territorio di Serralunga d’Alba e di Diano d’Alba. Ha un colore giallo paglierino ed è un vino intenso, con profumi di fiori e di frutti. Al gusto è delicato, secco ed allo stesso tempo elegante. È perfetto per accompagnare tutto il pasto ed è ottimo con piatti a base di pesce. È l’ideale inoltre per le serate da trascorrere in compagnia e come vino da aperitivo.