• en
/1

Produttori di pregiato vino delle Langhe da generazioni: la nascita dell’azienda

Nel 1935 nasce Michelino: quest’ultimo, alla tenera età di dieci anni lascia la scuola ed inizia ad aiutare con dedizione il padre Carlo contribuendo a costruire un’azienda simbolo del pregiato vino delle Langhe. Oggi Michelino, raggiunto l’importante traguardo degli ottant’anni, continua a fornire il suo importante contributo alla grande espansione della cantina. L’azienda si è recentemente arricchita di nuovi impianti di vite che hanno affiancato il vitigno dolcetto: dalla produzione di uve barbera e nebbiolo si ricava con l’invecchiamento, Sua maestà il Barolo.

/2

Lo sviluppo verso nuovi mercati enologici

Agli inizi degli anni novanta, fa il suo ingresso in azienda Osvaldo (figlio di Michelino), l’attuale proprietario dell’azienda. L’anno 2007 è segnato dall’arrivo in azienda di Marco, cognato di Osvaldo: i due contribuiranno a sviluppare la distribuzione di vino in modo capillare verso nuovi mercati, consolidati grazie anche al contributo del consulente Sebastiano Ramello. Nel luglio 2014 prenderà parte al progetto aziendale, Simone, il più giovane della famiglia. Molto significativo per lo sviluppo aziendale, l’inaugurazione della nuova cantina, nel settembre 2015. La nuova struttura può vantare due reparti, uno deputato all’invecchiamento e l’altro dedicato alla sala degustazione.

/3

Docg piemontesi

I prodotti vitivinicoli di Veglio Michelino & Figlio, raccontano ed esprimono il grande potenziale dei più importanti vini Docg piemontesi. La vigna, situata nel cuore delle Lange, è il punto nevralgico della nostra avventura imprenditoriale. In vigna trascorriamo la maggior parte del nostro tempo ed è per questo motivo che ogni bottiglia è l’espressione dello studio, della ricerca, delle delusioni, ma soprattutto di grandi soddisfazioni. L’immenso amore per la nostra terra, il desiderio di proteggerla e preservarla e la capacità di immaginare ogni giorno un nuovo modo per darle valore, rappresentano l’essenza della filosofia che guida l’azienda dal 1870.

/4

La cantina di vini piemontesi Doc

La nuova cantina aziendale è stata costruita agli inizi degli anni 2000 ed è costituita da due reparti di vinificazione, che si articolano rispettivamente nel reparto di invecchiamento e nel reparto di stoccaggio. La cantina ospita innumerevoli bottiglie di vini rossi e bianchi piemontesi tra cui Barolo, Barbera, Barbaresco, Nebbiolo, Dolcetto d’Alba, Chardonnay, Moscato ma anche bottiglie di grappa di Barolo e vini Low Histamines. L’uva viene curata con il massimo scrupolo ed attenzione per due mesi in vigna e viene successivamente portata in cantina per la pressatura soffice: un costante controllo delle temperature e la stabilizzazione naturale del colore, rappresentano due passaggi di fondamentale importanza. Con l’ausilio di lieviti selezionati, si procede alla preparazione della fase di stoccaggio che avviene all’interno di botti in acciaio. Nel reparto di stoccaggio, le bottiglie verranno poi mantenute per un tempo di sei mesi circa.

/5

Produttori di vini Low Histamines certificati

Tra i grandi risultati della nostra azienda, c’è anche primato mondiale nella produzione di vini certificati Low Histamines, con un contenuto di istamine inferiore a 0,5 milligrammi per litro quando generalmente i vini rossi sono caratterizzati mediamente da una concentrazione di istamine da 4 a 20 milligrammi per litro. Il primato Low Histamines si traduce nella produzione dei seguenti vini a basso contenuto di istamina: Dolcetto D’Alba Doc, Barbera D’Alba Doc, Diano d’Alba, Langhe Chardonnay Doc e Langhe Nebbiolo Doc.